mercoledì 14 settembre 2016

Pokemon Go Book Tag

Ehilà lettori!
Quest'oggi ho pensato di proporvi un tag e mentre leggevo qua e là alla ricerca di nuove idee mi capita sotto gli occhi il "Pokemon Go Book Tag" di Read at Midnight e beh, come rifiutarsi. Dovete sapere che i Pokemon sono stati, insieme ad Harry Potter, i fidati amici della mia infanzia (affiancati per un certo periodo ai Digimon). Vedere Ash conquistare palestre e avventurarsi in un vasto mondo mi ha sempre divertito e attratto. Per non parlare poi della sua amicizia con Pikachu, del team Rocket o dell'infinito numero di cloni di infermiere e poliziotte. Scoprire quest'app qualche giorno prima dell'uscita in Italia è stato per me come un ritorno di fiamma, ha riacceso il "fanciullino" pascoliano che è in me. Al di là delle critiche e delle solite discussioni del tipo "intontisce la società", "è tutto marketing", "è una moda passeggera", "vietiamolo", "è fatto male" etc etc, io ho accolto Pokemon Go più come una serie di ricordi calorosi, così come un qualsiasi oggetto o peluche a cui si può essere legati e che riconduce alla propria infanzia. Insomma, libri e Pokemon nella mia esperienza si sposano fin troppo bene e quindi eccoci. Gotta Catch'em All!





Il libro che ha dato il via all'amore per la lettura

Questa domanda l'ho trovata in molti tag e solitamente la mia risposta di getto oscilla tra Geronimo Stilton e Piccoli Brividi, ma questa volta ho pensato di rispondere con quella che è forse la mia prima vera serie fantasy (ma non ricordo se ho letto prima Harry Potter): Il magico mondo di Deltora di Emily Rodda. I viaggi di Lief, Barda e Jasmine hanno colorato la mia mente di magici luoghi e di strane creature da sconfiggere. Una volta tornato a casa da scuola, non vedevo l'ora di correre a leggere il prossimo capitolo.

Un classico che amerai per sempre

Sicuramente potrei dire Anna Karenina, David Copperfield, Dracula, Jane Eyre, ma, per darvi qualcosa di meno scontato, ne scelgo uno molto più corto, ma che non ha nulla da invidiare ai precedenti: Novella degli Scacchi di Stefan Zweig. Poche pagine di tensione, commozione, scontro psicologico con se stessi e con un mondo crudele, il dramma umano che emerge in tutte le sue sfaccettature... Gli scacchi sono il fine per andare ad analizzare la mente umana oppressa e, talvolta, sconfitta.


Un libro per cui ha perso interesse perché è letteralmente ovunque

Ahaha adesso sicuramente meno, ma nei primi giorni in cui giocavo a Pokemon Go ero convinto di vivere nella Batcaverna insieme a Batman (e a Rat-Man, considerando tutti i Rattata presi). Parlando di libri, invece, direi i libri di Rick Riordan. Ho letto tutta la prima serie di Percy Jackson e mi è piaciuta, ho adorato le divinità greche e tutto, ma non finisce più. Se la Rowling si fa desiderare, Riordan ne sforna uno dopo l'altro (non ai ritmi di After però). Per esempio non ho mai letto un libro degli Eroi o il primo della nuova serie su Apollo. Non ci sono difetti o altro, semplicemente mi ha stancato vederne troppi in giro. Forse un giorno potrei anche leggerli, ma per ora sto bene così, grazie. 


Un libro che te ne ricorda altri, ma che ami comunque

A proposito di Percy Jackson e di divinità greche, ho letto qualche mese fa Red Rising di Pierce Brown ed ecco, diciamo che non è proprio il massimo dell'innovazione: una popolazione divisa in classi sociali, un gioco mortale in cui i ragazzi partecipanti si dividono in gruppi secondo casate che corrispondono a dei greci o romani, un povero ragazzo che riesce man mano a insinuarsi nei ceti più alti e che tenterà di sconvolgere l'ingiusto ordine sociale... Divergent, Hunger Games, Maze Runner o se vogliamo 1984 sono titoli noti proprio per questi governi totalitari e per i loro protagonisti "divergenti", che non accettano l'ingiustizia e lottano per cambiare le cose. Ciò che fa la differenza è però uno stile scorrevole, dei personaggi stupendi in contesti diversi dai soliti (il protagonista è già sposato per esempio) e forse quel qualcosa in più che si manifesta in seguito a un world building vasto e ben organizzato. Pierce Brown ha fatto breccia nel mio cuore, contro le aspettative, e non vedo l'ora di leggere il prossimo volume della trilogia.

Un libro o serie che non hai ancora iniziato a leggere per la sua mole

Di solito i libri grossi non mi spaventano: la mia libreria vanta scaffali di Mammut. Ci sono però certe serie in cui non mi sono ancora avventurato proprio perché non sembrano avere fine. Inoltre ho già tanti altri libri da leggere e non sono sicuro di poter trovare altro spazio in cui metterle. Potrei citarvi per esempio i 26 libri di Terry Brooks o la lunga lista di Robin Hobb, ma in particolare mi dispiace non aver mai provato a leggere i libri di Licia Troisi, dal Mondo Emerso in poi. Non mi sono mai informato troppo, ma mi capita spesso di fissarli con uno sguardo smarrito tutte le volte che li incontro in libreria.


Un libro che ti ha tenuto sveglio tutta la notte

I miei personali Gengar sono Eleanor & Park di Rainbow Rowell, Cercando Alaska e Città di carta di John Green e Multiversum di Leonardo Patrignani, ma più recentemente direi che anche Eragon di Christopher Paolini mi ha fatto fare le ore piccole. Lo so, dovevo sceglierne uno, ma sto fissando la mia libreria e non so decidermi. Ah, anche La sedicesima luna di Kami Garcia e Margareth Stohl è fantastico. Ok, ora ho finito. Forse.


La tua OTP letteraria

Sapete che non sapevo cosa volesse dire e l'ho dovuto googolare? Ahaha. Beh il mio fedele amico virtuale dice "One True Paring", ovvero una coppia letteraria che realmente adoro. Non so bene quale sia la coppia che più mi ha colpito: ce ne sono tante, anzi tantissime, ma non mi esalto troppo per queste cose. Forse le coppie create dalla Clare sono tra le migliori perché non le cambierei per niente (Jace/Clary, Simon/Isabel, Magnus/Alec e in particolar modo Maia/Jordan, ma sapete come va a finire...). Qualche menzione speciale va a Lena/Ethan sempre dalla serie Garcia/Stohl, Elizabeth Bennet/Mr. Darcy e Jane Bennet/ Mr. Bingley della Austen, Claire/Jamie da Outlander, Alex/Rosie di Scrivimi Ancora. Una che ho proprio amato però c'è: Cat/Levi di Fangirl di Rainbow Rowell, sono assolutamente splendidi insieme ed è la mia idea di relazione. Poi ce n'è una che non è andata in porto, ma che ci volete fare: Katniss/Gale. E un'altra che in quest'ultimo periodo mi ha fatto molto riflettere (grazie alla recente lettura) e che forse ho iniziato a preferire a quella ufficiale: Harry ed Hermione. Beh, in fondo me la sono cavata bene, vero?

Un libro così "bollente" da non riuscire più a fermarsi

Io direi Il primo bacio a Parigi di Stephanie Perkins. Cavolo, ho letto questo libro in un giorno solo l'anno scorso e mi sono piaciuti moltissimo i personaggi e l'ambientazione parigina, anche se a quanto pare l'autrice non c'era mai stata prima. Ore di dolce e piacevole lettura.
Una serie di cui non ti stancherai mai di avere spin-off

Questa è tosta. Vorrei dire Shadowhunters visto che la Clare e Riordan sono per ora 12 a 12 in materia di libri, ma continuerei tranquillamente a leggere i libri della prima con naturalezza (la mia serie preferita è quella principale però). A pensarci bene però l'universo che più mi ha appassionato e sul quale vorrei continuare a leggere fiumi di parole è Harry Potter. Sono contentissimo per l'uscita di questo ottavo libro, anche se ha qualche difetto (ma questo è un altro post), e non vedo l'ora di vedere il film su Gli animali fantastici, ma siamo sinceri: non vorreste leggere centinaia di libri sul loro mondo? Non mi riferisco solo al fantastico trio Harry/Ron/Hermione, ma anche a libri su Silente o Piton oppure su Luna e Neville, su Hogwarts o sulla sua corrispettiva in altre parti del mondo (come nel film in uscita). Un prequel sui suoi genitori o nuovi personaggi di altre famiglie. Seriamente, leggere qualsiasi cosa di questo genere.
Un libro/serie sorprendentemente bello/a

Sono solito fare i tag fissando costantemente le mie librerie così da avere di fronte a me tutti i libri letti, ma ultimamente sono accumulati in pile in stile Tetris e non mi ero accorto di L'amore è un difetto meraviglioso. Accidenti se è stupendo. Non me l'aspettavo. Anzi vi dirò di più: ho una nuova coppia da aggiungere all'elenco di prima. ROSIE e DON. Non posso però cambiare risposta, altrimenti non ne esco più. Questa cosa delle coppie mi sta ossessionando ora.



Un libro molto pubblicizzato che non vedi l'ora di leggere

Sui blog inglesi non ho visto altro: Simon vs The Homo Sapiens Agenda. Alla fine mi sono convinto, credo proprio che lo leggerò prossimamente. Dopo recensioni, post, immagini e (credo) la produzione di un film, mi aggiungerò alla schiera dei suoi lettori. Speriamo ne valga la pena.

Un'edizione da collezione che desideri

Questa è facile: l'edizione dei classici di Barnes and Noble. Mi si illuminano gli occhi solo a guardarli. Sono stupendi, fortunatamente sia dentro che fuori. Grazie al mio ultimo viaggio in America ne ho un paio: Wicked - Son of a Witch e Guida galattica per autostoppisti. Bellissimi!
Il primo libro di un autore che non vedi l'ora di leggere

Non ho ancora letto Il dominio del fuoco di Sabaa Tahir su cui sono state scritte recensioni positivissime e incoraggianti. L'apprezzamento non si limita però alla blogsfera, in quanto mi è stato anche consigliato da una gentile sconosciuta in una libreria, per cui credo proprio che lo leggerò. A questo punto mi aspetto molto.
Un autore di cui compri i libri in automatico

In linea di massima, Cassandra Clare mi ha convinto dopo il primo libro e non ho più fatto caso alla trama degli altri per comprarli, ma voglio aggiungere a questo tag qualche nome nuovo. L'italiano Leonardo Patrignani ormai è una garanzia (non importa se urban fantasy, paranormal o fantascienza, accetto tutto), ma non sono da meno Victoria Aveyard, Jennifer Armentrout, Cecelia Ahern, Markus Zusak.... Sul podio dei gialli/mystery sicuramente Stephen King e Agatha Christie. Mi piace anche il discusso John Green. Potranno anche sembrare libri non così favolosi, ma in mezzo ad adolescenti problematici e sofferenti, sono nascoste delle vere perle di saggezza (ad eccezione del suo racconto in Let It Snow, quella è solo fuffa). Devo poi assolutamente darvi qualche nome di classici: Jane Austen, Charles Dickens, Shakespeare, Oscar Wilde, Irène Némirovsky, Dostoevskij... Mi arrendo, queste domande mi mettono in crisi. Non posso scegliere un solo autore, sarebbe un pugnalata verso gli altri.



L'uscita di un libro che stai aspettando da sempre

Per mesi sono stato indeciso circa il comprare Dumplin' di Julie Murphy o sperare in una aspettare la traduzione italiana. Finalmente il 20 Settembre uscirà con il nome Una vita a forma di me. Dopo tutti i giudizi positivi letti, non vedo l'ora di leggerlo. Ora non ci vedo più dalla fame dalla voglia di leggerlo.

Ed eccoci qui alla fine di questo lunghissimo tag in stile Pokemon, ma mentre finisco di aggiungere le immagini mi arriva il messaggio di mio fratello che mi avverte prontamente di un nuovo aggiornamento: Pokemon Go ora permette di selezionare un Pokemon come compagno (Buddy in inglese). Bene allora...

Gotta Catch'em All
Gotta Read'em All





1 commento:

  1. Ciao! Anche io adoro la saga di Shadowhunters *_* Non avevo mai letto niente di suo, qualche mese fa una mia amica me l'ha fatta scoprire e l'ho letta tutta d'un fiato :-)
    Ps mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi :-)
    Lucia
    https://lamiacaoticalibreria.blogspot.it

    RispondiElimina

Se ne hai voglia, lascia un commento :D Sono interessato alle tue opinioni!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...