mercoledì 30 dicembre 2015

In my mailbox #5: Christmas Edition

Buongiorno lettori!
In questo In my mailbox vi mostrerò i libri che si sono aggiunti alla mia libreria durante questo periodo natalizio. Ringrazio tutte le fantastiche persone che mi hanno regalato dei libri: non avreste potuto regalarmi di meglio! XD Ho così tante nuove letture che questo post potrebbe tranquillamente diventare una TBR list per il 2016. Alla fine di queste ho aggiunto anche i 4 libri che ho ordinato su Libraccio e che considero un auto-regalo.


Primo fra tutti questi magnifici regali, l'edizione illustrata di Harry Potter e la pietra filosofale. Lo desideravo da Ottobre, quando è uscito, e ora non vedo l'ora di leggerlo. Questa potrebbe essere giusto l'occasione per rileggere la saga. (Nuovo proposito per il 2016?)
Si aggiunge poi ai miei scaffali un secondo libro di Nicholas Sparks, Le parole che non ti ho detto. Non ho ancora aperto quello che avevo già (La risposta è nelle stelle), ma ho letto ottime recensioni e  commenti sui libri di questo autore. Mi aspetto quindi di poterlo inserire in una lista delle migliori scoperte il prossimo anno. I due librotti colorati che vedete sono, invece, due Mini-Mammut della Newton Compton: I Fiori del Male di Charles Baudelaire e Il giardino segreto di Burnet. Dopo aver letto I paradisi artificiali di Baudelaire, la mia ammirazione per questo autore francese è notevolmente aumentata. Questo è considerato il suo più grande lavoro. Non posso che aspettarmi il meglio.
E Let it Snow? Non sapete quanto sono stato felice quando ho scoperto che sarebbe stato tradotto in italiano. Lo avevo adocchiato da un po' e lo avrei anche letto in inglese alla fine, ma posso dire che ho fatto benissimo ad aspettare. Un seguito che aspetto da tempo è invece Endgame - La Chiave del Cielo. Sono curioso di scoprire cosa succederà ai partecipanti di questo mortale gioco (anche perché se ne muoiono come nel primo, chi farà parte del terzo?)
In primo piano, Espiazione di Ian McEwan e Il gusto proibito dello zenzero di Jamie Ford. Entrambi nella mia TBR list da diverso tempo e che finalmente si materializzano tra i miei libri. Mi aspetto molto da entrambi. Infine, On Writing di Stephen King. Questo è sicuramente uno dei migliori regali di sempre. Uno dei miei sogni è migliorare nella scrittura e, grazie a questo mostro sacro, ne ho finalmente l'opportunità. Sarà sicuramente una delle prime letture dell'anno.

domenica 27 dicembre 2015

Play a Book #2: Anna Karenina ed Ellie Goulding

Buongiorno,
io e Francy di Never Say Book siamo tornati questo 27 del mese con un nuovo post della rubrica Play a Book. Ancora una volta andremo quindi a trovare un punto di incontro tra musica e libri. Questa volta ci siamo invertiti: Francy ha scelto il libro, Anna Karenina di Tolstoj, e io la canzone, Lights di Ellie Goulding. 

E se libri e canzoni si fondessero? Diventassero un tutt'uno? La magia delle pagine si mescolerebbe con la melodia delle note. Le nostre orecchie sarebbero impegnate ad ascoltare i dolci suoni mentre i nostri occhi continuerebbero imperterriti la lettura della storia. Io e Francy saremo con voi ogni 27 del mese per collegare con un sottile filo una canzone e un romanzo. E un romanzo con una canzone.
Part One: da Romanzo a Canzone

Anna Karenina di Tolstoj


Combattuta tra l'amore per il figlio, il vincolo matrimoniale e la passione per un altro uomo, Anna Karenina sarà travolta da un conflitto tanto drammatico da trascendere i confini del personaggio per divenire emblematico, che la accomunerà ad altre tormentate figure di donne, come Madame Bovary, per citare la più famosa. Ispirandosi con inconfondibile potenza creativa a un fatto di cronaca, Tolstoj trasfuse in Anna Karenina l'ansia e il desiderio di chiarezza etica che dominarono la sua vita. Costruito con un raffinato gioco d'incastri narrativi, e tuttavia con la consueta scorrevolezza stilistica dei capolavori tolstojani, il romanzo presenta una bruciante problematica morale, lasciando al lettore il giudizio definitivo.

sabato 26 dicembre 2015

Recensione La lettera scarlatta

Bentornati lettori,
quest'oggi ho pensato di lasciarsi il mio commento e le mie impressioni sull'ultimo libro che ho letto. Non si tratta però di uno dei miei ultimi acquisti. Non so bene perché io abbia deciso di leggerlo in questo periodo. Forse perché a scuola ho studiato Madame Bovary, libro sempre legato all'adulterio. Forse perché la solita "scintilla" che detta le mie letture mi ha comandato di farlo. Forse per il richiamo al rosso del periodo natalizio. Okay, magari quest'ultima è la meno probabile. XD Ciò che è però rilevante è che finalmente ho avuto l'occasione di leggere questo classico così famoso, ma di cui non conoscevo nemmeno la storia.

Titolo: La lettera scarlatta
Autore: Nathaniel Hawthorne
Genere: Narrativa
Data di pubblicazione: 1850
Pagine: 121
Casa editrice: Newton Compton
Collana: Live
Prezzo: 0,99 €


Trama:
La giovane Ester Prynne, condannata per adulterio nella puritana Boston, sarà costretta a portare per sempre sul seno una fiammeggiante, scarlatta, lettera A. La A di adulterio, naturalmente. Ma anche di Arte, di America: "La lettera scarlatta", libro che rese celebre il nome di Nathaniel Hawthorne, è un mirabile esempio di fusione tra la perfezione della trama, la caratterizzazione dei protagonisti e la ricchezza dello stile. Hawthorne fa di Ester un personaggio esemplare: condanna la terribile rigidità puritana, riconosce la violenza di cui la società si rende colpevole, ma non assolve la protagonista, anche se le dona tutta la sua compassione, la sua pietà.

Il mio pensiero:
Solitamente non consiglio mai edizioni di libri. Credo di essermi lasciato andare qualche volta a elogi verso qualche stupenda edizione rilegata, ma in questo caso vorrei farvi notare il prezzo del libro. 0.99 € e stiamo parlando di un cartaceo. Sia questa collana che quelle dei Mammut e dei Mini-mammut sempre della Newton Compton, mi rendono sempre felicissimo. Trovo stupendo il loro incoraggiamento alla lettura dei classici con un prezzo davvero basso. Mi sento quasi un ladro tutte le volte che mi porto a casa qualche capolavoro per meno di 1 € o 2 € per i Live Deluxe. Certamente ci sono edizioni più belle e lussuose, ma in questo caso sento davvero che la lettura può raggiungere chiunque. Torniamo però al libro.

XVII secolo. Boston puritana. Hester Prynne (o Ester a seconda delle edizioni), macchiatasi del "peccato imperdonabile" dell'adulterio, è costretta a portare sul petto l'A scarlatta di adulterio, così da evidenziare in ogni momento le sue malvagie azione. Ora ha una figlia, Perla, ma non vuole rivelare il nome del padre, così da non gettare nel fango anche il suo nome. Viene portata sul patibolo nella piazza principale per permettere ad ognuno di osservare il suo volto e giudicarla, ma la donna non cede e tiene segreto il nome dell'amante. Nel frattempo il marito creduto morto, noto nella colonia come Ruggero Chillingworth, torna dal vecchio mondo, fa promettere ad Hester di mantenere segreta la sua identità e inizia ad indagare sull'uomo misterioso. Non vi rivelerò ora chi è il padre della bambina, ma leggendo il romanzo lo si intuisce facilmente. 

venerdì 25 dicembre 2015

Buon Natale!

Buon Natale miei cari lettori!
Spero stiate anche voi passando una giornata stupenda in compagnia di amici e/o parenti. 
Se siete stati fortunati come me, vi avranno regalato qualche libro. Cos'è infatti un libro se non il regalo migliore da poter ricevere/regalare? Ve li mostrerò presto con il prossimo "In my mailbox", ma sono curioso di sapere quali hanno invece regalato a voi. Se ne avete voglia, lasciate un commento, ma se siete solo di passaggio, non vi preoccupate, ci sarà il tempo per farlo. Ho scritto questo post solo per rubarvi un attimo di tempo, uno sfuggevole momento in cui augurarvi di trascorrere delle bellissime vacanze. Tornate allora al vostro focolare domestico e siate felici per ciò che avete, per ciò che avete avuto e per ciò che avete dato.

Prima di lasciarvi andare, però, vorrei farvi anch'io un regalo, riportandovi qui sotto questa bellissima frase di Norman Brooks.

Il Natale è per sempre, non soltanto per un giorno, l'amare, il condividere, il dare, non sono da mettere da parte come i campanellini, le luci e i fili d'argento in qualche scatola su uno scaffale. Il bene che fai per gli altri è bene che fai a te stesso.

Questo solo per ricordarvi che il Natale non è un semplice scambio di regali, ma è l'opportunità di farlo, l'opportunità che si presenta per aprire il proprio cuore e mostrarsi per chi si è realmente. Un regalo non è un obbligo, ma un pensiero, un gesto, anche piccolo, per rinnovare a qualcuno che si ama il proprio affetto e fargli sapere che per lui ci siamo, sempre.

Ancora una volta, Buon Natale!

mercoledì 23 dicembre 2015

Segnalazioni Dicembre #1

Buonasera lettori,
come state passando questi ultimi giorni prima del Natale? Oggi finalmente sono iniziate ufficialmente le mie vacanze, ma devo dire che non ho ancora un attimo di tempo libero. Da qualche giorno mi aggiro per le vie dei negozi, non sapendo se per mio volere o per la spinta dalle masse che si riversano nelle strade. Un regalo per un amico, una cioccolata calda, una (breve) visita nei miei negozi preferiti. E anch'io finisco più o meno inconsapevolmente a far parte del formicaio.
Arrivata la sera, con i piedi doloranti, mi metto allora a scrivere a computer e presentarvi due nuovi libri per il mio e il vostro diletto. Quest'oggi ho il piacere di proporvi...

Titolo: Il Risveglio di Fahyron (Il Suono Sacro di Arjiam #2)
Autore: Daniela Lojarro
Genere: Fantasy
Casa editrice: GDS Editrice
Prezzo: 2,49 € ebook (prossimamente in cartaceo)

Trama:
Fahryon, neofita dell’Ordine dell’Uroburo, fugge dalla capitale del regno di Arjiam insieme ad Uszrany, cavaliere dell’Ordine del Grifo, per evitare di cadere nelle mani del potente nobile Primo Cavaliere del regno, il nobile Mazdraan, segretamente adepto della Malia, l’insidiosa magia legata al Silenzio e al Vuoto. Tuttavia, durante la precipitosa fuga, il nobile Mazdraan cattura Uszrany; Fahryon, invece, è tratta in salvo da Vehltur, un misterioso Magh. Mentre Uszrany, prigioniero del nobile Mazdraan, scopre sconcertanti segreti sulla storia del regno e impara a convivere con i fantasmi del suo passato, Fahryon, sotto la guida di Vehltur, inizia il cammino iniziatico che, prova dopo prova, la prepara al confronto con il suo avversario, il nobile Mazdraan. 

martedì 22 dicembre 2015

Blogger League #24

Buongiorno lettori,
ecco qui una nuova intervista a un membro della Blogger League. Oggi a parlare è la blogger di Vento di Libri. :)



Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono una semplice ragazza comune, mi destreggio fra scuola e passioni. Ho una passione innata per le lingue, solo se studiate senza professori ed obblighi. Da poco, relativamente, ho scoperto quanto mi potesse piacere la lettura e quindi eccomi qui; in compagnia del mio coniglietto nano che sempre mi supporta. ^^

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Diciamo che il tutto è partito per caso, volevo condividere questa mia nuova passione, credevo che piano piano mi sparisse la voglia di stare qui su, e invece. Vedevo tantissimi blog letterari e quindi mi son detta 'perchè no?', ci ho provato e devo dire che mi è piaciuto parecchio, soprattutto per il fatto che posso esprimere pareri su libri che nessun altro conoscente legge.

domenica 20 dicembre 2015

Sunday's News

Buona Domenica miei cari lettori,
finalmente un po' di riposo. E' stata una settimana dura: ho dovuto studiare per la simulazione della terza prova e sono stanchissimo (non so come farò ad arrivare all'esame ç_ç). Non ho letto, ho seguito poco il blog, sono letteralmente distrutto. Ho accumulato nella mia casella elettronica diverse mail e con questo post, vorrei cercare di rimediare. Ecco allora le ultime novità nel mondo dei libri.

#1 Newton Compton sigla una partnership con Head of Zeus
Dal 2016 i bestseller della casa editrice saranno disponibili in lingua inglese sul mercato UK. I romanzi italiani saranno tradotti e disponibili in formato ebook, print on demand e audio sulle maggiori piattaforme online. Riguarderà inizialmente gli autori Anna Premoli, Andrea Frediani, Sara Tessa, Daniela Volonte, Martin Rua e G.L. Barone.

#2 Rilasciato il primo teaser trailer in italiano di Fantastic Beasts and Where to Find Them
Che emozioni ragazzi! Finalmente torneremo nel mondo dei maghi! E la sceneggiatura sarà di J.K. Rowling! Sono troppo in estasi, ma devo cercare di contenermi o esploderò prima dell'uscita del film! ^_^ Vi lascio qui sotto sia la trama ufficiale che il teaser trailer.

Animali Fantastici e Dove Trovarli ha inizio nel 1926, con Newt Scamander che ha appena concluso un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria serie di creature magiche. Fermatosi a New York per fare una breve pausa, tutto potrebbe filare liscio come l’olio… se non fosse per un Babbano (No-Maj in americano) di nome Jacob, una valigetta lasciata nel posto sbagliato, e la fuga di alcuni degli Animali Fantastici di Newt, che potrebbero causare molti problemi sia nel mondo magico che in quello babbano…



venerdì 11 dicembre 2015

The Christmas Song Book Tag

♬ ♪ ♩
Jingle Bells, Jingle Bells
Jingle all the way!
O what fun it is to ride
in a one-horse open sleigh
 

Sentite anche voi l'atmosfera natalizia? ^_^ Adoro questo periodo dell'anno: passare il tempo in compagnia di amici e familiari, cantare canzoni di Natale, la gente diventa più buona (per il semplice fatto di credersi tale, lo si diventa davvero alla fin fine) e ci si scambia regali e doni. Certo, lo si potrebbe fare in ogni momento dell'anno, ma il Natale non impone di fare regali, bensì offre l'opportunità di farlo. E' un'offerta, che può essere accettata come rifiutata. Non è il motivo per cui si fa del "bene", ma l'opportunità data per compiere il gesto.
In attesa di questo magico giorno, ho pensato di preparare qualche post a tema natalizio (che vi proporrò nei prossimi giorni). Per il primo di questi, ho pensato a un Tag, visto che non ne faccio da un po'. L'ideatrice è HailsHeartsNYC. Qui sotto trovate le mie risposte ;)

♬ "You're a Mean One Mr. Grinch
Nomina un personaggio malvagio che non puoi fare a meno di amare.
Uno dei miei bad character preferiti è senza dubbio Sebastian dalla saga Shadowhunters di Cassandra Clare. Non è difficile comprendere la sua avversione verso il mondo, considerando la situazione e soprattutto il padre  Vi riassumo però il mio giudizio con una citazione del terzo libro della serie, Città di vetro, che è, allo stesso tempo, una delle mie citazioni preferite.

"La gente non nasce buona o cattiva. Forse nasce con delle inclinazioni verso l'una o l'altra parte, ma è il modo in cui ciascuno vive la propria vita che conta. E le persone che si incontrano"

♬ "All I Want for Christmas is You" 
Quale libro vorresti trovare sotto l'albero?
Solo uno? XD Scherzi a parte, c'è un libro che sono abbastanza certo 3/4 di blogsfera starà già custodendo gelosamente e che mi piacerebbe trovare nascosto sotto l'albero. Si tratta dell'edizione illustrata di Harry Potter e la pietra filosofale. Harry Potter resterà per sempre una delle mie serie preferite (forse potrei dire la mia preferita). Non l'ho letto per tendenza o perché era l'uscita del momento. Il mio amore risale a quando avevo circa 7 anni, fu una delle mie prime letture. Non avevo ancora scoperto internet, ma ero già certo che lo avrei letto per molti anni a venire. Come milioni di lettori. Da anni mi riprometto di leggere tutta la serie un'altra volta, questa potrebbe essere l'occasione giusta. 

martedì 8 dicembre 2015

Top Ten Tuesday #32

Buon Martedì lettori e bentornati!
Oggi è l'ultimo giorno a casa *sigh* Da qui in poi un paio di settimane e poi di nuovo in vacanza! Yeah! Già pregusto il momento in cui potrò tornare a dedicarmi con serenità ai miei libri e al blog, senza dover ritagliare spazi durante il giorno, o meglio, durante la notte.
Io e la mia famiglia addobbiamo l'albero di Natale l'8 Dicembre e così sono stato così indaffarato con le decorazioni natalizie che mi sono (quasi) dimenticato il post di oggi. Ma eccomi qui come sempre!

Dieci Autori Che Ho Letto Per La Prima Volta Nel 2015

Rainbow Rowell
Quando ho letto il tema, è stata la prima a cui ho pensato. Sarò che ho letto il suo libro abbastanza recentemente (Eleanor & Park), ma ciò non toglie che ho amato il suo stile, ogni sua parola, dalla prima all'ultima riga. Durante il Black Friday, mi sono procurato un altro dei suoi libri, Fangirl. Non vedo l'ora di leggerlo! Ho poi letto delle entusiaste recensioni di Carry On, ultima uscita dell'autrice. Avrete già capito che ho riservato un angolo della libreria ai suoi libri. :D

Victoria Aveyard
Da Red Queen non mi sarei mai aspettato un feedback così positivo,  non mi sarei mai aspettato che l'avrei amato così tanto. Sembrava il solito nuovo fantasy da booksplotion, ma mi sono ricreduto ben presto. Sto già aspettando il 2016 con il sequel.

Cecelia Ahern
Ho atteso così tanto di leggere il suo libro, Scrivimi Ancora, che alla fine mi sembrava di aver perso l'entusiasmo, ma mi sono bastate poche pagine per tornare in me e divorarlo. Adoro il suo stile fresco e divertente. Ho in wish list sostanzialmente tutti i suoi libri!

lunedì 7 dicembre 2015

Zibaldone di pensieri #1: Perché leggere i classici?

Buongiorno lettori,
oggi ho deciso di aprire una nuova rubrica. Si tratta di uno spazio dedicato a vari argomenti, sempre vicini però al mondo dei libri, dell'editoria, della scrittura e del blogging. Mi sono concesso quest'angolo per parlarvi in maniera più libera circa questo universo. Ci saranno così le anteprime per intravedere i libri, le rubriche per presentarli, le recensioni per conoscerli e lo Zibaldone di pensieri per ragionarci attorno. Come avrete capito dal titolo che ho dato a questa rubrica, volevo riprendere un testo leopardiano che mi ha sempre affascinato, ma che ho approfondito realmente circa un mese fa, leggendone alcuni passaggi. Zibaldone. Questo è proprio il mio intento: pensieri, riflessioni, osservazioni, critiche confuse, senza ordine. Ci sono varie questioni a cui sento di non aver ancora risposto esaurientemente e che vorrei quindi approfondire. Prima fra tutte, la questione classici.



Ho aperto il blog più di un anno fa, il 17 Ottobre 2014. Il giorno seguente, mentre cercavo ancora di trovare il mio posto nella blogsfera, decisi di pubblicare la mia prima recensione, Anna Karenina. Quando ho posato gli occhi su quel bellissimo librone nella mia libreria, capii che era la scelta giusta. Volevo iniziare con il botto, con un romanzo che mi aveva fatto ammalare di bovarismo. Fu una recensione d'impulso, pensai solo a quello che il libro mi aveva lasciato, non al possibile successo del mio commento, non ai lettori, ma solo al romanzo che avevo amato dalla prima all'ultima pagina. Ancora adesso, non faccio troppo al caso al successo di un libro tra i lettori. Se mi è piaciuto e credo valga, allora ne parlo e magari convinco altri a leggerlo (e spero amarlo). Ad ogni modo, la pubblicai. In seguito, mi incuriosì però leggere cosa ne pensassero gli altri trecento miliardi di blogger e quindi feci una ricerca. Con mia grande delusione scoprii che molti di questi non consideravano minimamente libri di questo genere. Attenzione: alcuni, non tutti. (fortunatamente). A distanza di tempo, ho avuto modo per confrontarmi con molti altri lettori e blogger, ma il mio pensiero non è poi cambiato più di tanto. Vediamo allora se riesco a giustificarvi per punti il mio amore per questi mostri sacri.

#1 Cos'è un classico?
Se penso a una definizione per questo genere di libri, non possono che venirmi in mente quelle di Italo Calvino usate in uno dei suoi saggi. Non penso di poter aggiungere molto altro alle parole di questo grandissimo scrittore, ma vorrei farmene forza per esprimere il mio pensiero.

"Si dicono classici quei libri che costituiscono una ricchezza per chi li ha letti e amati; ma costituiscono una ricchezza non minore per chi si riserba la fortuna di leggerli per la prima volta nelle condizioni migliori per gustarli. "

Quando un libro mi lascia un qualcosa, anche se inesplicabile, che sia un messaggio, un'immagine o una riflessione, allora si è già posto in una posizione privilegiata rispetto a molti altri. Mi ha già cambiato, mi ha dato "una forma alle esperienze future, fornendo modelli, contenitori, termini di paragone, schemi di classificazione, scale di valori, paradigmi di bellezza". I classici, che li legga nel periodo della giovinezza per formazione o nell'età adulta per revisione, non perdono mai il loro valore. E questo prescinde dal genere letterario. non devono essere tutti necessariamente filosofici, romantici, gialli o epici. Non è forse vero che elogiamo libri che amiamo fino allo sfinimento, ritenendoli delle letture che tutti dovrebbero fare? Classifico "classici" libri come Il signore degli anelli Harry Potter. Altri lo potrebbero diventare o forse lo stanno diventando, ma siamo ancora troppo vicini temporalmente per valutarli tali. Ai posteri l'ardua sentenza.

mercoledì 2 dicembre 2015

Monthly Recap #2

Buonasera lettori!
So che sono un po' in ritardo, ma come dice il detto, "meglio tardi che mai", no?
Il recap di questo mese è al limite dell'imbarazzante. Novembre è stato pesantissimo. Provo quasi un dolore fisico a non riuscire a leggere almeno qualche capitolo al giorno o a scrivere sul blog. Sono stato davvero poco presente. Vorrei fare promesse per Dicembre, ma mi limito ad incrociare le dita. Spero almeno di riuscire a leggere qualche libro in più. 



Rubrica in cui vi parlo del mese trascorso ne La Quintessenza dei Libri (libri letti, recensioni, rubriche...) e nella blogsfera. Due piccoli angolini extra: le Serie Tv e la musica.
Libri letti questo mese




Se non altro, mi sono regalato delle bellissime letture. Partiamo dal primo: Red Queen è stata una magnifica sorpresa. Letto in inglese, non mi sono perso niente (lo stile è semplice, comprensibile anche ai meno esperti). Ho amato i personaggi e soprattutto il triangolo Mare-Cal-Marvin. Devo dire che, una volta tanto, sono d'accordo con un triangolo amoroso. Mi sono piaciute sia storia che ambientazione e non vedo l'ora di leggere il prossimo libro e scoprire gli sviluppi della trama. Codice Scorsese, invece, è il romanzo d'esordio di Sergio Fanucci di cui si è parlato molto. Vogliamo poi parlare de I paradisi artificiali di Baudelaire? Lo stile scientifico e lineare, l'attenta analisi delle classi sociali e, in uno sguardo più ampio, del genere umano, le sensazioni trasmette e il diretto rapporto con il lettore, sono stati qualcosa nel complesso qualcosa di sublime. 1,90 € per questo libricino (perché alla fine di questo si tratta, circa un centinaio di pagine) mi sembrano anche pochi. Ho trovato interessante la trattazione del tema delle droghe, ma soprattutto i passaggi in cui risalta la genialità dell'autore. Infine, La ragazza del treno, altro libro di grande successo, che ho scoperto proprio in libreria, esposto in una classifica di best seller. E che dire, non ho saputo resistere. XD Ve ne parlerò in uno dei miei prossimi post!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...